Liberamente tratto da “Donne di mare” e “La danza delle streghe”
di Macrina Marilena Maffei

di e con Francesca Pica

supervisione di Elena Bucci
scenografia e costume di Domenico Latronico
sarti Rita Rubino e Marco Serrau

Progetto tutorato da Le belle bandiere
col patrocinio morale del Comune di Lipari
col sostegno del Teatro Trastevere

In un sogno due donne si incontrano. Miti, simboli e figure arcaiche,
ora amichevoli ora minacciose, svelano le isole Eolie e la loro feroce bellezza, tra storie di majare,
pescatrici e serpi con i capelli.

MARE è la storia di una pescatrice. La sua giornata di lavoro, i racconti e i ricordi si intrecciano
con la storia orale locale scivolando in un immaginifico viaggio senza tempo, insieme realistico e inverosimile.
A differenza di quanto si crede, e cioè che il mare e la pesca siano lavori relegati alla sfera maschile,
nelle Eolie
è stata documentata la presenza di donne che, forse dalla notte dei tempi e certamente
fino alla prima metà del Novecento,

hanno sfidato quotidianamente il mare, a remi o a vela, di notte e di giorno, anche senza i loro
mariti o fratelli,
organizzate tra loro, addirittura incinte o con i loro bambini appena nati.
Da qui la curiosità di indagare, ricucire, ricostruire, immaginare la loro vita, avventurandomi
nella scoperta di un’odissea
al femminile. Man mano che congegnavo l’orizzonte della mia pescatrice
nella stesura del testo teatrale, guidata dai libri antropologici, mi si è rivelato un mondo fortemente
arcaico e primordiale, in cui la delicatezza e la poeticità dei culti
e delle credenze celano
un lato oscuro crudo e rigido. Il mare, che dall’inizio della storia dell’uomo, in particolare
quello Mediterraneo, accoglie,
apre possibilità a commerci a viaggi a scoperte ed è causa di tragedie e di morte,
fa da sfondo e da collante temporale.

Tre petali

Voci di donne - Rassegna al femminile - III Edizione

 

Tre incontri d'inverno per ritrovarsi ad ascoltare, vicini, avvolti dal tepore
delle parole che creano immaginari e pulsano di vita...
Si potrà giungere quassù anche dal pomeriggio per trascorrere un tempo lento
tra le colline, per una passeggiata o leggere davanti al camino, sorseggiando
un thè caldo, un buon bicchiere di vino o assaporando dolci buoni...
Staremo in vicinanza buona, dove gli occhi e il cuore risuonano


Posti limitati - Prenotazione obbligatoria

 

27 ottobre
MARE - Storie vere di fatti straordinari
Liberamente tratto da "Donne di mare"
e "La danza delle streghe" di Macrina Marilena Maffei
di e con Francesca Pica

 

30 novembre
TERRA DI ROSA - Vite di Rosa Balistreri
di e con Tiziana Francesca Vaccaro

 

22 dicembre
LA PASTORA
di e con Ilaria Gelmi

Ultimo appuntamento di questa lunga estate di intrecci e bellezza,

nuovamente tra queste colline l'amata compagnia indiana Milòn Mèla,
un tuffo nella lontana India, tra danze, arte marziale, musica e colori...


Lo spettacolo, dinamico e pieno d’energia è in grado di catturare
l’attenzione di grandi e piccini.
La rappresentazione è ricca di fusioni, e di amore segreto per un’arte
che vuole riportarci alle origini, alle sorgenti della civiltà umana.
Le diverse discipline artistiche vengono presentate con grande maestria:
- i cantori Baul offrono la gioia della musica e del canto grazie
alle loro grandi abilità d’improvvisazione e di comunicazione.
Suonano strumenti tipici a corde e percussioni
(Dotara, liuto a quattro corde, Ananda Lahari - Le Onde della Felicità
a due corde, Srikhol percussione a due membrane,
Dupki a una membrana, cimbali).
- il Kalaripayattu è un’antica arte marziale del Kerala, i duelli con i bastoni,
le armi ed il fuoco suscitano momenti di forte tensione drammatica
ed evocativa. Davanti a noi sembrano rivivere antichi guerrieri, i bellissimi atleti greci
che combattevano in onore di Zeus.
Nel corso dei secoli, oltre alle tecniche di combattimento,
è stato sviluppato il Marma, la conoscenza del corpo umano 
e dei suoi 108 centri energetici.
- Il repertorio della danza Chhau presenta i più antichi miti sui cicli
della natura e sulle forze vitali che la governano, raccontati  dall’epica indiana,
dal Mahabharata, dal Ramayana e dai Purana.
Al rombo di giganteschi tamburo (Dhamsa) multiformi divinità induiste invadono
la scena, indossando bellissime maschere (pesanti fino a 4 kg) adorne
di aureole piumate e di strass. La grande energia, la cinetica dei movimenti,
le spericolate capriole, i salti mortali e le acrobazie sono le caratteristiche
di questa danza.
- la raffinatezza classica della danza Gotipua sembra condurci all’interno
dei più antichi templi indù, dove si respira la pace dell’armonia, circondati
da un grande senso di equilibrio estetico ed interiore.
Questa danza è caratterizzata da uno stile armonioso che coinvolge l’intero corpo;
si usano i Mudra (gesti delle mani ed espressioni facciali e degli occhi)
e posizioni dello Yoga.

 

Video sulla compagnia (ricerca, workshop, spettacoli):
https://www.youtube.com/watch?v=H_DrTph3zaE

 

1 Musicista Baul del Bengala

1 Maestro dell’arte marziale Kalaripayattu (Kerala)

4 Danzatori Chhau della Purulia (Jarkhand/Bihar)

2 Danzatori Gotipua (Orissa)

1 Attore/musicista

Direzione artistica: Abani Biswas

Ferragosto in collina, un tempo lento per assaporare la natura nel cuore dell’estate,
stare in ascolto, e vibrare nella bellezza...

Dalle h. 12,00:

- pic-nic in libertà

- parole e passeggiate tra alberi e cielo

- angolo bimbi con colori, libri…

- biblioteca  per chi ha voglia di leggere all'ombra degli alberi
e al calar del sole h 21,30 nell'anfiteatro sotto le stelle

 

Canti dal vivo
Serenate, lamenti e altri canti dell'anima

 

Concerto polifonico e strumentale con
Camilla Dell'Agnola e Valentina Turrini

(O Thiasos Teatro Natura)

 

Tempo di sole,
di storie, verde e merenda sotto gli alberi,
di intrecci e musica...

Dal pomeriggio fino a notte,
per grandi e piccoli
tempo di meraviglia e ascolto per accogliere l'estate che giunge...

 


◆◆Dalle h 16,00 in poi
- h. 17,30 - Il giardino delle storie... Fiabe tra gli alberi
- Parole e passeggiate nel verde in libertà
- angolo colori per bimbi


◆◆◆...e al calar del sole h. 21,30 nell'anfiteatro in calanco
Heart of Kora - Suoni d’Africa
JABEL KANUTEH IN CONCERTO

 

◆◆INFO E PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Fremiti attraversano l’aria,
c’è silenzio che custodisce
il visibile e l’invisibile,
oltre i rami.
I giorni cadono nell’incontro e viceversa,
in una danza che contagia.
Verso il centro
nessun filo è perduto:
c’è nutrimento
e risonanza del vivo
e spiragli di orizzonte
e mani calde
e finestre di vento...
Anche un minuscolissimo insetto
tiene in custodia un segreto dell’essere.

Custodiamo assieme
lo splendore di un’ utopia possibile,
seminando tracce
tra terra e cielo.



Chiara Tabaroni
Direzione Artistica

Scarica la scheda di iscrizione

Scarica il programma dettagliato Rassegna 2019

SPETTACOLI - CONCERTI
h. 21.30 prenotazione obbligatoria

1 giugno
Voci dal silenzio
Un viaggio tra gli eremiti d’Italia
Documentario e incontro con i registi Joshua Wahlen e Alessandro Seidita

8 giugno
Cuori di terra - Memoria per i sette fratelli Cervi
Premio Scenario per Ustica 2003
Teatro dell’Orsa

22 giugno
Solstizio d’estate Pomeriggio con fiabe nel bosco, passeggiate in libertà e alla sera
Heart of Kora - Suoni d’Africa
concerto di Jabel Kanutek - Kora e voce

14 luglio
Una donna
Lettura dal libro di Annie Ernaux con Daria Deflorian

15 agosto
Canti del vivo
Concerto con Camilla Dell’Agnola e Valentina Turrini O Thiasos TeatroNatura

25 agosto
Naba Jagoron - Risvegli
Spettacolo di arti performative indiane
compagnia Milòn Mèla


WORKSHOPS RESIDENZIALI


15/16 giugno
Silvia Vecchini
Una frescura al centro del petto

Esplorazione di albi illustrati e scrittura

dal 9 al 13 luglio
Daria Deflorian (Compagnia Deflorian/Tagliarini)
Prove di libero rigore

Teatro

dal 17 al 21 luglio
Ewa Benesz
Le pratiche vocali

Canto

dal 26 al 28 luglio
Joanna Concejo
Sentieri dell’incertezza

Illustrazione

dal 7 all’ 11 agosto
Masaki Iwana
L’ intensità del Nulla

Danza butoh

dal 19 al 25 agosto
Milòn Mèla - Arti performative indiane
Danza Gotipua
Danza Chhau
Kalaripayattu, arte marziale
Hatha Yoga
Canti Baul

I Turno: dal 30 giugno al 6 luglio

II Turno: dall' 1 al 7 settembre

 

Per maggiori informazioni clicca qui