Si è immaginato l’orizzonte più vicino,
il più possibile,
per tenere acceso il fuoco,
senza lasciare mai il lo invisibile
che fa tendere il cuore verso l’alto.
Nubi hanno attraversato notti e giorni
e ancora notti,
in uno scorrere del tempo frastagliato
cucito tra una corolla di attimi
e un domani indistinto.
E’ giunta la fragilità nella roccaforte
del quotidiano,
nelle abitudini, nei gesti, nella vicinanza…
Tutto ha vacillato,
nelle fratture l’Altro ha nuovi contorni,
l’Altrove anche,
noi più inermi,
più silenziosi,
abbiamo abbassato ancora il frastuono del mondo.
Oscillanti come li d’erba nuova,
ora è giunto un tempo per mettere a fuoco
ancora una volta con lente coraggiosa
tessiture minute profumate di poesia.
Qui, là, in ogni dove.
Le radici sono venute allo scoperto.
Domandiamoci mille perché
e salviamo l’essenza.
Dove abbiamo tremato di più
forse lì la strada brilla ancora.

Il frutteto dei Custodi nato nel 2017 e in continua evoluzione, con gioia avrà una parte dedicata alla Libreria
Trame, con gli alberi da voi donati all’ass. Baba Jaga.
Ogni albero avrà nome di bimbo, di famiglia, di amico/a, amante... o di chi vorrete voi.
Saranno alberi di specie antiche, per preservare frutti dal sapore intenso e dalla storia che viene dal lontano
passato. Scegliete un albero e prenotatelo entro il 10 dicembre, lo pianteremo con cura e in primavera ci
incontreremo in collina in una giornata speciale tra libri ed alberi.

Contributo: 20 euro

per chi (singola persona, famiglia, gruppo, compagnia teatrale, associazione) vorrà donare un albero, esserne
il custode simbolico, vederlo crescere, sapere che quassù c’è un albero da venire a trovare.

- Ciliegio
- Albicocco
- Pesco
- Prugno
- Melograno
- Melo
- Caco
- Mandorlo

 

Importante: per i donatori affinchè sia più semplice per noi, lasciateci
- mail + recapito telefonico
- nome da scrivere sul cartello dell’albero
- albero prescelto (se alcuni alberi saranno già prenotati, vi indicheremo quali ancor possibile da donare)

CAUSALE: Donazione frutteto Trame
c/c intestato a Associazione Baba Jaga
Banca Popolare dell’ Emilia Romagna
Codice IBAN IT58V0538736750000001623349

L'autunno è giunto silenzioso inondando di luce morbida le pietre del casolare,
l'orizzonte
delle colline, le foglie del frutteto...
E' un anno particolare per noi, non solo per la vicenda che ha coinvolto
inaspettatamente
l'umanità intera (ed oltre alla scossa generale, non ha permesso
purtroppo di svolgere molte
delle attività programmate).
E' un anno che ha portato n dall'inizio nuovi interrogativi e consapevolezze sui nostri passi,
nei quali la velocità performante, densa e bellissima di questi 10 anni quassù, non trova più
posto. Sempre più vicini al usso della vita, a ciò che giunge senza forzare, alla terra,
ad un
equilibrio che ci calzi addosso meglio nella trasformazione.
Nei mutamenti di pelle c'è sempre un momento di spaesante innita possibilità
che però non
denisce ancor del tutto i nuovi contorni, il nuovo respiro.
Quindi dopo un'estate piena attraversata da risate ed intensità di bambini,
e residenze teatrali,
ci prendiamo il tempo necessario dell'ascolto in questi ultimi mesi dell'anno.

 

Abbiamo accolto il dono di un amico, giunto durante il periodo fragile della quarantena,
di
gestire il suo amato castagneto, quindi prestissimo saranno pronti squisiti MARRONI.
Per chi volesse sostenerci in questo modo sono APERTE LE PRENOTAZIONI
(preferibilmente
dai 3 kili in su) e gradito il passaparola tra mari e monti.
Faremo sicuramente consegne su Imola, Bologna e altre città (es. Modena, Ferrara ecc...

se riuscite a creare un piccolo gruppo d'acquisto tra i vostri amici, sarebbe prezioso aiuto).

Poi nell'inverno c'è chi resterà qui, custode di queste mura, degli animali, e di tutta
la bellezza
che necessita di presenza e cura, progettando e costruendo con maestria
creazioni che
profumano di legno e sapienza delle mani https://www.brunofronteddu.com/handmade
(aperte fin d'ora prenotazioni per doni natalizi o progetti personalizzati)

e chi andrà in ritiro tra isole e blu, in un Sud che sa di vento e passi di muli, per scrivere

e cucire pezzi e visioni nuove, in aderenza.


Questo luogo sarà aperto novembre e dicembre per chi vorrà organizzare in autonomia
laboratori residenziali, residenze artistiche o ritiri personali: qui troverà quiete, silenzio

e meravigliosi spazi idonei all'immersione.


Prima però Pollicino si metterà in viaggio e sabato 3 ottobre racconterà la sua storia
a Viterbo,
con lo spettacolo LE BRICIOLE DI POLLICINO nella rassegna La cultura al centro
a cura della
compagnia Tetraedro.


Tornerà il tempo dell'incontro, occhi negli occhi, dello stare quassù guardando il cielo.
Tenete i fili assieme a noi, forse muteranno colore.

Nella tua dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato al 5x1000
scrivi il CF. dell'Associazione Baba Jaga: 91240240373

DONAZIONE LIBERALE SEMIN-ARTE 

E' un progetto del cuore questo luogo e anche il nostro andare
e percorrere la meraviglia assieme ad altri "viaggiatori"
che
in questi anni hanno scambiato occhi, mani e qui tra alberi e cielo.

E' un progetto faticoso e pieno di mille e più cose da sistemare, migliorare
(oltre al tanto che già è stato fatto),

ma seminare assieme apre ad orizzonti più vivi e vicini.

Causale: donazione liberale Semin-arte
c/c bancario intestato a Associazione Baba Jaga
Banca Popolare dell'Emilia Romagna
iban IT58V0538736750000001623349